Risorse Umane

Già a partire dal periodo post pandemia, è emerso sempre più forte il bisogno da parte delle cooperative socie, in particolare delle grandi cooperative di tipo A, di confrontarsi, riflettere e provare a sviluppare insieme azioni e iniziative per far fronte ad un’importante crisi di reperimento di figure professionali, come assistenti sociali, educatori, ASA e OSS, infermieri. Una fatica che, oltre a impattare sulle cooperative, ha ricadute importanti sui servizi e quindi sul benessere delle persone e delle nostre comunità.

Un tema delicato e importante, sul quale il tavolo di lavoro ha investito anche in termine di relazione e connessione con altri enti, privati, pubblici e di rappresentanza, per cercare di trovare soluzioni a una problematica comune a tanti altri settori.

Partecipano al tavolo:

Responsabili Risorse Umane, figure dirigenti e di rappresentanza, uffici di comunicazione di alcune cooperative socie tra cui:

In occasione di specifici oggetti di lavoro la partecipazione è allargata a Unioncoop, Mestieri Lombardia e Confcooperative dell’Adda.

Principali linee di lavoro del tavolo

Attrarre

Intervenire per sensibilizzare, informare e creare una diversa consapevolezza sul mondo del sociale negli studenti e studentesse, già a partire dalla scuola secondaria di secondo grado, avvicinandoli alla conoscenza diretta dei servizi, delle professioni, dei valori che animano la cooperazione sociale

Prendersi cura

Attivare azioni che possano valorizzare, alimentare e “curare” la relazione con i soci e i lavoratori delle cooperative, sia da un punto di vista professionale, sia da un punto di vista di riconoscimento economico

Lobbying e advocacy

Affrontare il tema del riconoscimento del lavoro delle cooperative da parte dei committenti, dei vari e numerosi partner, della stampa locale, dei cittadini che usufruiscono dei servizi, pensando alla comunicazione come leva strategica, sia nei suoi aspetti quantitativi legati ai dati, sia nei suoi aspetti qualitativi, etici e valoriali

News